OncologiaMedica.net
Ematologia.net
OncoGinecologia.net

Sintomi vulvovaginali e colonizzazione da Candida nelle donne con diabete di tipo 2 trattate con Canagliflozin, un inibitore SGLT2


Le donne con diabete mellito di tipo 2 sono ad aumentato rischio di colonizzazione vaginale da Candida, forse a causa della glicosuria.
Gli inibitori del co-trasportatore sodio-glucosio di tipo 2 ( SGLT2 ) migliorano il controllo glicemico aumentando l'escrezione urinaria di glucosio.


La colonizzazione vaginale da Candida e gli eventi avversi vulvovaginale sintomatici sono stati valutati in donne con diabete mellito di tipo 2 trattati con Canagliflozin ( Invokana ), un inibitore della SGLT2.

In uno studio in doppio cieco, le pazienti con diabete mellito di tipo 2 e controllo glicemico inadeguato con Metformina sono state randomizzate a placebo, Canagliflozin 50, 100, 200, 300 mg al giorno o 300 mg due volte al giorno, o a Sitagliptin ( Januvia ) 100 mg al giorno per 12 settimane.

Tamponi vaginali per la coltura di Candida sono stati raccolti da 198 soggetti di sesso femminile al basale e alla settimana 12, e durante lo studio, nel caso in cui si fossero presentati sintomi coerenti con la candidosi vulvo-vaginale.

Al basale, il 12% ( 23 su 198 ) delle donne presentava colture vaginali positive per Candida ( Candida glabrata: 14; Candida albicans: 5; altro: 4 ), con un’età uguale o inferiore a 55 anni associata ad aumento del rischio ( odds ratio, OR=3.5 ).

Tra le donne con colture negative al basale, il 31% nel gruppo Canagliflozin e il 14% nel gruppo placebo / Sitagliptin ha presentato colture positive alla settimana 12 ( OR=2.8 per Canagliflozin vs placebo / Sitagliptin ).

Il 3% ( n=2 ) nel gruppo placebo / Sitagliptin (3%) e il 10% ( n=16 ) nel gruppo Canagliflozin ha manifestato eventi avversi vulvaginali sintomatici.
La coltura vaginale positiva per Candida al basale era un fattore di rischio per gli eventi avversi vulvovaginali ( OR=9.1 ).

Tutte le donne nel gruppo Canagliflozin ( 9 su 9 ) con una coltura vaginale presa al momento dell’episodio vulvovaginale avverso erano positive per la Candida.

La maggior parte degli episodi avversi vulvovaginali sono stati trattati con la terapia antifungina e risolti senza interruzione dello studio.

Dallo studio è emerso che il trattamento con Canagliflozin è associato a un aumento della colonizzazione vaginale con specie di Candida e di episodi avversi vulvovaginali nelle donne con diabete mellito di tipo 2. ( Xagena2012 )

Nyirjesy P et al, Curr Med Res Opin 2012; 28: 1173-1178

Gyne2012 Inf2012 Endo2012 Farma2012


Indietro