A Focus on CV
Xagena Mappa
Medical Meeting
Cardiobase

Effetti degli esercizi di resistenza prima o dopo training aerobico sulla glicemia nel diabete di tipo 1


È stato elaborato uno studio per determinare gli effetti dell'esercizio fisico sulla risposta glicemica acuta in soggetti con diabete mellito di tipo 1. che eseguono esercizi sia di tipo aerobico che di resistenza nella stessa sessione.

Un totale di 12 individui fisicamente attivi con diabete mellito di tipo 1 ( emoglobina glicosilata, HbA1c: 7.1 ) hanno effettuato esercizio aerobico ( 45 minuti di corsa al 60% VO2 picco ) prima di 45 minuti di allenamento di resistenza ( 3 serie di 8; 7 esercizi diversi ) ( AR ) o hanno eseguito l'esercizio di resistenza prima dell'esercizio aerobico ( RA ).

Il glucosio plasmatico è stato misurato durante l'esercizio e per 60 minuti dopo l'esercizio.
Il glucosio interstiziale è stato misurato mediante il monitoraggio continuo del glucosio 24 ore prima, durante, e 24 ore dopo l'esercizio.

Una diminuzione significativa dei livelli di glucosio nel sangue sono stati osservati in AR, ma non in RA nel corso del primo tipo di esercizio, con conseguenti livelli di glucosio superiori in RA ( AR=5.5, RA=9.2 mmol/L, P=0.006 dopo 45 minuti di esercizio ).

Successivamente è stata registrata una riduzione del glucosio in RA e un aumento in AR nel corso del secondo periodo di 45 minuti di esercizio, con livelli non significativamente differenti alla fine dell'esercizio ( AR=7.5, RA=6.9 mmol/L, P=0.436 ).

Anche se non ci sono state differenze nella frequenza dell'ipoglicemia post-esercizio, la durata ( 105 vs 48 minuti ) e la gravità ( area sotto la curva 112 vs 59 unità x minuto ) dell'ipoglicemia sono state non-significativamente maggiori dopo AR rispetto a RA.

In conclusione, l'esecuzione di esercizi di resistenza prima dell'esercizio aerobico migliora la stabilità glicemica durante l'attività fisica e riduce la durata e la gravità dell'ipoglicemia post-esercizio per le persone con diabete mellito di tipo 1. ( Xagena2012 )

Yardley JE et al, Diabetes Care 2012; 35: 669-675


Endo2012



Indietro