A Focus on CV
EASD 2017
EASD 2017
Xagena Mappa

Integrazione di fibre per la prevenzione del diabete di tipo 2 e miglioramento del metabolismo del glucosio: studio OptiFiT


Le fibre di cereali insolubili hanno dimostrato in ampi studi prospettici di coorte di essere altamente efficaci nella prevenzione del diabete mellito di tipo 2, ma mancano dati interventistici.

Uno studio di intervento prospettico in doppio cieco randomizzato di 2 anni ha confrontato l'effetto di un estratto di fibra di avena insolubile con quello del placebo sul metabolismo del glucosio e l'incidenza del diabete.

In totale 180 partecipanti con ridotta tolleranza al glucosio sono stati sottoposti a una versione modificata del Programma di training PREvention of DIAbetes Self-management ( PREDIAS ) di 1 anno e sono stati randomizzati a ricevere un supplemento di fibre ( n=89; 7.5 g di fibra insolubile per porzione ) oppure placebo ( n=91; 0.8 g di fibra insolubile per dose ) due volte al giorno per 2 anni.

I partecipanti eleggibili erano uomini e donne, avevano almeno 18 anni e non riportavano trattamenti intensivi con corticosteroidi o altri antinfiammatori, intolleranza alle fibre o uno dei seguenti disturbi: diabete manifesto, malattia cronica o maligna, o grave disturbo cardiopolmonare, endocrino, psichiatrico, gastrointestinale, autoimmune o alimentare
I partecipanti sono stati reclutati in due reparti clinici tedeschi.

Dopo 1 anno, i livelli a 2 ore del test orale di tolleranza al glucosio ( OGTT; Oral Glucose Tolerance Test ) sono diminuiti significativamente in entrambi i gruppi, ma senza una differenza significativa tra i gruppi ( fibra -0.78 mmol/l, P=0.001, vs placebo -0.46 mmol/l, P=0.020; differenza totale 0.32 mmol/l, non significativa ).

L'incidenza di diabete mellito a 2 anni è stata di 9/89 ( gruppo fibre ) rispetto a 16/91 ( gruppo placebo, differenza non-significativa ).

Come esiti secondari, la variazione del livello di HbA1c è stata significativamente diversa tra i due gruppi ( -0.2 mmol/mol, -0.0%, non-significativa, vs +1.2 mmol/mol, +0.1%; non-significativa; differenza totale 1.4 mmol/mol, 0.1%; P=0.018 ); la sensibilità all'insulina e la clearance epatica dell'insulina sono aumentate in entrambi i gruppi.

Dopo 2 anni, la migliorata sensibilità all'insulina era ancora presente in entrambi i gruppi, sebbene la dimensione del'effetto fosse diminuita.

L'analisi separata dei sessi ha rivelato una riduzione significativamente maggiore dei livelli di glucosio a 2 ore per le donne nel gruppo con fibre ( -0.88 mmol/l, P=0.001, vs -0.22 mmol/l, P=0.311; 0.67 mmol/l; P=0.015 ).

I livelli di glucosio a digiuno, adipochine e marcatori infiammatori sono rimasti invariati nei due gruppi.

Non si sono verificati effetti collaterali gravi.

In conclusione, al momento non si possono fornire prove evidenti di un effetto benefico della fibra di cereali insolubile sul metabolismo glicemico, sebbene ulteriori studi possano sostenere effetti secondari dell'integrazione di fibre nella riduzione dei livelli di glucosio, insulino-resistenza e incidenza del diabete di tipo 2. ( Xagena2018 )

Honsek C et al, Diabetologia 2018; 61: 1295-1305

Endo2018 Nutri2018



Indietro